BookinFront: Ma la cover no! #1

Buo-buo-buona (oggi c’ho l’allergia…lo so, la balbuzia non c’entra niente, ma almeno faceva rima) domenica Everpolli! Siamo al fine settimana, e poiché sta cosa non piace a nessuno, è giunto il momento di sfogarci. La scorsa volta con i tormentoni Instagram, stavolta con: LASCIATE STA LE COVER ORIGINALI. Quest’oggi analizziamo ben seicover! Ce la farò? Lo scoprirete dopo il salto.

Volevo iniziare Ma la cover No! con la Devilishly, ma per via del poco tempo non siamo riusciti ad organizzarci, e quindi me tocca iniziare da solo, mettendo da parte le cover che son certo rientreranno nel prossimo appuntamento insieme. Vabbè, sto divagando come sempre. ‘Ndiamo dritti al sodo.

Colpa delle Stelle di John Green

9780143567592

Partiamo con il libro che tanto mi fa rodere ogni volta che lo vedo in originale. Colpa delle stelle! La copertina originale è semplice e d’effetto, tre colori, un testo figo. Quella italiana? Non l’ho mica capita (a parte le stelline). Come minimo mi aspetto una nuova edizione italiana, con la cover originale. Intanto prendo anche la versione americana.

Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven

97801435675921

Queeeesta non l’ho proprio capita. Anzi ragioniamoci insieme. La cover originale mi piace per la semplicità riassuntiva, che descrive perfettamente ciò che troveremo all’interno: l’uccellino, la violetta, ed i post it. CI STA. Quella italiana…la cover italiana…MI FA VENIRE UNA GRAN RABBIA! Violet è bionda, e la tizia in copertina è mora. Poi spiegatemi perché l’han messa capovolta a lato, ogni volta che tocca vederla, mi viene il torcicollo! E sul titolo stavolta sorvolo!

Il giovane Holden di J.D. Salinger

97801435675922

E’ vero che non l’ho tanto sopportato. Ma da qui a dargli na cover demmè, proprio nun ce sta! Carinissima la prima cover originale, spiegatemi perché invece in Italia, in ogni edizione, la cover è tutta bianca. IO NON L’HO MAI CAPITA STA COSA. BOH!

The Programa di Suzanne Young

97801435675923

Stiamo parlando di un libro che ha a che fare con la sanità mentale, quindi la cover originale ci sta bene. Per la cover italiana vorrei dire solo una cosa: CHI DIAMINE E’ QUESTA TIZIA?

Io e te al centro del mondo di Jennifer E. Smith

97801435675925

Qua ce ne sarebbero tante da dire. In primo luogo il font del titolo italiano: TIMES NEW ROMAN? Mah! Secondo, perché non adottare la cover originale? (semplice e chiara anche stavolta). Sempre sti due tizi (che se vai a vedere, sempre loro sono), che si baciano in tutte le pose possibili ed immaginabili, e in tutti i luoghi del mondo! MO BASTA OH!

Ragazze che scompaiono di Lauren Oliver

97801435675924

A me la cover italiana fa paura, del genere: non vorrei mai averti sul comodino. E poi, credetemi, io c’ho messo tempo per accorgermi della faccia della ragazza fantasma. La cover originale è un connubio perfetto di immagine, font e colori.


Ecco mi son sfogato, e son stato anche troppo gentile, e sintetico, perché l’allergia mi ha messo K.O.. Ma la prossima volta non sarà così, soprattutto se la prossima volta ci sarà la Devy! Hahah che ne uscirà?

Intanto vi saluto, augurandovi buon proseguimento domenicale.

Vanishamente presente, vi saluto e vi do appuntamento al prossimo post. See you soon! -Lewis

p.s. lo so che ho ripetuto il VI SALUTO. Sono una persona educata oh!

Annunci

15 pensieri su “BookinFront: Ma la cover no! #1

  1. Allora, concordo sulle cover di The Program e Io e te al centro del mondo, appena le ho viste ho pensato che fossero scadenti e banali… ma Colpa delle stelle è carina! ** Io l’adoro! e quella di Ragazze che scompaiono non è male, s’intravede pure il bosco! 😛
    Non mi esprimo su quella del Giovane Holden… e su quella del libro della Niven che dire? Bella, ma di sicuro non c’entra granché con la storia..

    Mi piace

  2. Penso sinceramente che, per ogni lettore italiano, sia un dubbio amletico arrovellarsi su quali siano le scelte perpetrate dalle redazioni editoriali del nostro paese per la scelta delle cover. Sono pienamente del parere che se possibile e non ci sono vincoli contrattuali di mezzo con la casa madre il libro debba mantenere l’impostazione grafica originale, primo perché i designer esteri hanno sicuramente più capacità artistica dei nostri (e parlo da graphic designer) e secondo perché si mantiene un legame e una continuità con tutte le pubblicazioni sparse per il mondo che secondo me forniscono una memoria visiva non indifferente. Se proprio dobbiamo entrare nei particolari io sarei favorevole anche al mantenimento del titolo originale, ove possibile. Per esempio per i titoli inglesi, se sono corti, orecchiabili e ormai consolidati per fama tienili così come sono. Nel corso degli anni ho visto degli adattamenti abbastanza stomachevoli anche di volumi assai famosi, per questo non riesco a capire come certe case editrici, o anche gli stessi autori permettano ai nostri editori di commercializzare in libreria certi aborti stilistici.

    Liked by 1 persona

    • La scelta dei titoli è una cosa che mi spiazza tanto. Posso capire in pieno utilizzo di una determinata cover, rispetto ad un altra (ogni casa editrice è libera di scegliere come spendere i propri soldi [anche se io preferirei sempre certe cover originali]), ma la scelta dei titoli….quella proprio no!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...