A colpi di tag: La staffetta dell’affetto

Ma Zalve Everpopolous! Stamani iniziamo con un tag molto particolare, al quale sono stato invitato da Laura di RaccontidalPassato (Lauretta grazie come sempre). Il tag di oggi è davvero, davvero particolare, ma ve ne parlo dopo il salto.

Il tag, ideato da Carla del blog LaDimoradelPensiero, è tenerissimo! Prima ancora di iniziare con regole ecc, ecc, voglio riportarvi il suo post:

la-staffetta

“La mia fantasia, stasera, indossa delle coloratissime scarpette da running e, per dar conto al cuore, che crede nella forza dell’amicizia, inizia a correre una “Staffetta” immaginaria che mi piacerebbe riuscisse a toccare un numero di mani impensabile” … Scrivevo così, diversi mesi fa! La mia iniziativa non ha avuto un gran seguito, però, da vera sarda (la testa di granito non mi manca), piacendomi ancora parecchio, non demordo. Riparte, in una versione leggermente modificata. 

Partiamo subito con le regole:

Utilizzare l’immagine iniziale. FAAAAAAAAAATTO!

Menzionare chi l’ha ideata ( https://ladimoradelpensiero.wordpress.com ) e ringraziare chi l’ha consegnata. (Raccontidalpassato)

Dedicare un pensiero affettuoso, a scelta, a 5 bloggers, sperando, proseguano la “corsa”.

Avvisarli della consegna.

Ready or not, here I come! Eccovi il mio pensiero:

Quando non hai nessun motivo per pensare ai giorni come feriali o festivi, inizi a renderti conto che tutti i giorni sono più o meno uguali. E in un certo senso questo ti dà la libertà di fare quello che ti va. E’ molto più semplice cogliere un giorno che cogliere un martedì. Ci sono commissioni da fare il martedì. Il martedì mangi di nuovo la pizza. Il tuo programma preferito è di martedì, capisci? Ma il giorno, il giorno è fatto solo di ore in cui sei vivo.Possono essere riempite da qualsiasi cosa. Sorpresa, sregolatezza, forse persino un pizzico di illegalità. {Via con te – Adi Alsaid}

Ecco, questo mi sembrava il giusto modo di darvi il buon giorno, usando le parole di Adi Alsaid.

Ora mi tocca scegliere i miei “eredi” e portavoce, io scelgo:

Devilishlystylish

LaSvamps

Ilmondodistella

Leparolesegretedgaia

CoffeeandBooksgirl

A voi la parola, giovani donzelle!

Annunci

6 pensieri su “A colpi di tag: La staffetta dell’affetto

  1. Condivido il tuo pensiero al 100%.
    Ti dirò, sono felice di lavorare e, visti i tempi, se così non fosse sarei un’ingrata, ma ammetto che la mia vita, come essere umano e persona, come gioia di ogni singolo giorno, era più felice quando ero disoccupata. Poteva essere bello un lunedì, un giovedì, senza esclusione di colpi. Adesso vivo solo in funzione dell’attesa del finesettimana.

    Liked by 1 persona

  2. Il pensiero è molto bello, c’è solo un piccolo problema. Chi lavora, e mi metto nella categoria, non può permettersi quel pizzico di sregolatezza. Per chi lavora, a volte, la distinzione tra i giorni è fondamentale per andare avanti.
    Come per esempio, io so che domani è venerdì. Non mi aspetto molto, ma mi sento in diritto di essere felice perché poi arriva la festività.
    Se mi sentissi felice anche il lunedì mi illuderei.
    E scusami il papiro, ma è una cosa a cui penso spesso ultimamente.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...