Strapazzami di Sigle: Le CINQU5 lacrimose

Ehhhhh monciao Everpopolo! Nuovo sabato, nuovo appuntamento con Strapazzami di Sigle! Stavolta vi catapulto nel mio mondo commovente, con cinque sigle che tutt’oggi riescono a farmi commuovere! Curiosi di conoscerle? SBAM dopo il salto!

Papà Gambalunga

La parte “Judy scrive e riscrive al suo nuovo papà” mi stendeva sempre! Ma era soprattutto la melodia che mi metteva K.O. Arrivai al punto che mia mamma dovette costringermi a non sentirla più.

Sophie e Vivianne due sorelle e un’avventura

Quelle note iniziali, già bastano ad aprire il rubinetto! Il cartone lo seguivo poco, ma questa era senza dubbio una traccia che ascoltavo più e più volte nella musicassetta.

Un oceano di avventure per Tico e Nancy

Legata ad uno dei momenti più belli della mia infanzia (Cristina è la mia infanzia, e tutte le sue sigle sono legate a qualche avvenimento passato), questa canzone riesce a farmi venire i brividi anche quando la ascolto al mare.

Milly un giorno dopo l’altro

Questa sigla riesce a farmi commuovere soprattutto perché è legata ad una persona, ed a un avvenimento legato ad essa. Milly assomiglia un po’ a quella persona (o forse è il contrario? XD).

Spicchi di cielo tra baffi di fumo

Questa è un’altra sigla che mia mamma mi chiedeva di non ascoltare. “Perché la ascolti se ti fa piangere” “Mamma ma poverino, gli capita di tutto!”. Ancora oggi quando mia madre sente questa sigla mi chiede se voglio un fazzoletto hahaha (prima avevo la lacrima facile, e mi commuovevo spesso).


Queste le mie cinque sigle con lacrimuccia. Cristina D’avena ha in qualche modo segnato la mia infanzia, e mi ha accompagnato durante tutta la crescita, non posso che esserle in qualche modo riconoscente! Grazie Crì!

Commuoventemente presente, vi saluto dandovi appuntamento a presto! See you soon! -Lewis

Annunci

16 pensieri su “Strapazzami di Sigle: Le CINQU5 lacrimose

  1. Quattro su cinque! Le sorelle non le conosco…

    Mi hai fatto fare un tuffo nel passato non indifferente… Ora vorrei rivedere tutto “Papà Gambalunga” (saltai proprio l’ultima puntata!) e Milly. Ricordo ancora un giorno in cui mi prese una crisi isterica perché volevo vedere il seguito ma se ne sarebbe parlato dopo due giorni (davano i cartoni alternati) e iniziai a piangere mentre mia madre cercava di consolarmi…

    Comunque “Lovely Sara” e “Fiocchi di cotone per Jeanie”? Pure quelli facevano piangere eccome!

    Mi piace

  2. Ciao a tutti,
    concordo con la scelta delle sigle.CristinaD.=Infanzia.I cartoni di una volta avevono un senso,una storia,una morale,alcuni erono tratti da romanzi.Lovely Sara,il cartone più triste che abbia visto,mi viene l’angoscia solo a pensarci,persino le musiche,però,ha il suo perchè.A volte mi chiedo di cosa ricordereanno le future generazioni.Comunque,nel riascoltarle,l’effetto nostagia è garantito.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...