Anime in the Chest: Tutti all’avventura

Lo dico da ora: GLI ANIME SCONOSCIUTI SONO FINITI! Hahaha quindi da oggi in poi dovrò mettere insieme tre anime famosi! Beeeeentornati a tutti Everpoppini belli, come suggerisce il titolo oggi si parte per una grande avventura! Zainetto in spalla, preparate il vostro mezzo strampalato, e viaaaaa! 

L’Isola del Tesoro (Takarajima)

41972_10

Iniziamo con un anime nato nel 1978, grazie alla Tokyo Movie Shinsha (produttrice di Virtua Fighter e Occhi di gatto). Come suggerisce il titolo, la serie animata ripercorre le vicende del romanzo storico per ragazzi “L’Isola del tesoro”, il classico di Robert Louis Stevenson (proprio ieri sera stavo preparando una cosa su di lui, in campo Bookpop). I 26 episodi che compongono la serie, vennero trasmessi per la prima volta in Giappone, sulla NTV, a partire dall’autunno del 1978. Da noi giunse nel 1982, grazie a Rai 1 che trasmise l’intera serie. Dopo ben 26 anni è poi tornata in TV grazie ad Italia 1, che ne ha riproposto una versione restaurata. Per chi non conoscesse la serie, ma soprattutto i libri, l’anime segue le vicende di Jim Hawkins, che dopo aver incontrato il temibile Billy Bones, si imbarcherà con quest’ultimo alla ricerca del mitico tesoro del pirata Flint, in direzione dell’Isola del Tesoro.

Conan il ragazzo del futuro (Mirai shōnen Konan)

conan-ragazzo-futuro-02

Strafamossimo anime diretto nientemeno da HAYAO MIYAZAKI, composto da 26 stupendi episodi. Esso è l’adattamento del romanzo di fantascienza “The Incredible Tide” di Alexander Key (con ovvie differenze). Trasmessa per la prima volta in Giappone nel 1978 sulla rete NHK TV, dove riscosse un gran successo, passando così alla rete satellitare Animax. Successivamente venne tradotta in inglese, e in tante altre lingue, giungendo finalmente qui da noi, nel 1981, con il titolo iniziale di Conan. La prima emittente italiana che trasmise la serie per la prima volta, fu Tele Padova (oggi Italia 7 Gold [il solito canale stre…locale]), che fece conoscere la serie animata, grazie anche all’intramontabile sigla di Giorgia Lepore. L’anno successivo la serie passò su Rete 4, poi su TMC, e Junior Tv, senza mutare nulla. Dopo anni di assenza, TMC replicò la serie (nel 1995), con una nuova sigla ed il titolo che tutti noi conosciamo. La serie ha riscosso un così grande successo anche qui in Italia, che venne raccolta in VHS e DVD. E ora parliamo un po’ della trama: Conan vive su un isoletta sperduta insieme a suo nonno, ed entrambi sono convinti di essere gli unici esseri umani rimasti sulla Terra, o almeno lo sono fino al loro incontro con Lana, e con i suoi inseguitori, che uccidono il nonno di Conan. Inizia così l’avventura di Conan, che parte per vendicare suo nonno, e per salvare l’adorata Lana. Ma gli inseguitori di Lana non sono che il fuoco di paglia che rappresenta Industria, il nemico principale.

Nadia, il mistero della pietra azzurra (Fushigi no umi no Nadia)

Nadia5

Ed ecco il terzo ed ultimo anime STRAFAMOSISSIMISSIMISSIMO (chi non conosce Nadia può procedere verso la porta!). Prodotta dall’altrettanto noto Studio Gainax, e diretta da Hideaki Anno (questa la sua prima esperienza da regista),la serie è senza dubbio uno dei progetti meglio riusciti dello studio. Il soggetto originale è ad opera di Hayao Miyazaki, e si basa sui noti romanzi di Jules Verne (Ventimila leghe sotto i mari, Cinque settimane in pallone, Due anni di vacanze e L’isola misteriosa). La serie venne trasmessa in patria dall’aprile del 1990 su NHK, che ne trasmise nel giro di un anno i 39 episodi. In Italia invece, la serie venne trasmessa su Italia 1 (venendo fortemente censurata) dall’estate del 1991, divenendo ben presto un vero e proprio ANIME CULT. Subito dopo la serie animata, venne prodotto anche un film, che è a tutti gli effetti il sequel, intitolato Nadia e il mistero di Fuzzy. Dal 2010 a serie venne nuovamente trasmessa, su Man-ga, che la trasmise in una nuova edizione integrale. Per chi non lo sapesse…La serie segue le vicende di Nadia, una giovane acrobata del circo, e di Jean, un cervellone appassionato di ingegneria, e delle loro avventure a bordo del Nautilus, il sottomarino del capitano Nemo. I due giovani si troveranno invischiati nella lotta tra il misterioso capitano e l’organizzazione Neo Atlantide, che ha lo scopo di voler dominare il mondo.


E siamo giunti alla fine! Ve lo devo dire, c’ho messo ben 2 ore per fare questo post, quindi il minimo che possiate fare è totalizzare un bel 2/3, in caso contrario…ho per voi la giusta parolaccia CECI! Detto questo…See you soon! -Lewis

Advertisements

21 pensieri su “Anime in the Chest: Tutti all’avventura

  1. Aggiungo che il romanzo da cui è tratto Conan fa veramente comprendere la bravura del maestro. Ha preso spunto da qualcosa di abbastanza insipido e l’ha trasformato in una serie intramontabile.

    Liked by 1 persona

  2. Ok,mi sono salvato in corner!2/3 😄
    Conan,uno dei tanti capolavori del Maestro Myazaki, in assoluto il mio preferito. Gipsy,mi faceva mori’!
    Bè,amavo Nadia!Nulla da togliere all’edizione Yamato,ma,nel mio cuore la voce di Nadia resterà sempre Nadia Biondini.E poi le sigle…un tuffo nel passato!
    Ci sono i sogni, tutti quelli che fai,che non moriranno mai.C’è la speranza che d’ora in poi,un futuro avremo noi.Ma se qualcuno sorride a te, un domani ancora c’è… Che testo!…e mo piango!
    Un vero peccato che non vengano più trasmessi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...