Libri, Letture, e (L)ecensioni: Life and Death di Stephenie Meyer

Buongiorno e buon giovedì miei prodi! E’arrivata la recensione che tutti voi attendevate con ansia. Si torna finalmente (?) a Forks, con Life and Death, dove lui è lei, e lei è lui. Siete confusi? BENE! INIZIAMO!

12576005_10207052148333948_592804292_n

TRAMA

Nello Stato di Washington c’è la cittadina più piovosa d’America. La conoscono bene Edward Cullen e Bella Swan, i protagonisti di Twilight. Lei, dolce ragazza qualunque; lui, giovane misterioso con un segreto inconfessabile. La loro storia d’amore ha conquistato i cuori di tutti.
Ma cosa succederebbe se i ruoli si ribaltassero? Se non fosse lui la creatura straordinaria, l’eroe meraviglioso dotato di capacità sovrumane ma… lei? Beaufort è un ragazzo alto e dinoccolato trasferitosi dall’Arizona. Quando incontra la bellissima Edythe, non sa che la fortissima attrazione che prova per lei potrebbe essere la sua rovina…

Spettacolare riscrittura di Twilight, Life and Death riapre le porte del piccolo mondo di Forks. Ricalcando il palcoscenico della storia d’amore più amata degli ultimi anni e ardenti di quella stessa passione che ha stregato milioni di fan in tutto il mondo, Beaufort e Edythe conquisteranno il lettore con il calore rassicurante di un’atmosfera conosciuta e la sorpresa di un finale completamente nuovo.

Partiamo dicendo che siete (o siete stati) amanti di Twilight, amerete senz’altro questo volume, perché la storia e le atmosfere che vi ritroverete davanti vi faranno innamorare ancora una volta, come la prima volta. Le stesse atmosfere misteriose e cupe, le stesse situazioni, gli stessi luoghi, gli stessi personaggi…ma con di sesso scambiato. Va di moda parlare di Gender no? Bene, ora beccatevelo anche in Twilight.
Come in Twilight, anche qui i vampiri sono fighi e fortunati, Charlie è utile quanto una padellata sugli stinchi, Forks è una città invivibile, e Bella…Beau (stavolta) è l’essere più sfigato sulla faccia della terra.

BEAU E’ UNO SFIGATO!

Questo bisogna dirlo, come fu necessario a suo tempo stabilire in Canto di Natale che Marley era morto. Senza sottolineare la sua “sfigataggine” tutto questo non avrebbe senso.
Se in Twilight il carattere chiuso e timido di Bella poteva aver senso, se la sua debolezza e fragilità interiore potevo accettarle (perché in un certo senso sembrava anche tenera), con Beau non funziona! NON FUNZIONA PER NULLA! Lui mi ha dato fastidio fino all’ultima pagina, e avrei tanto desiderato prenderlo a schiaffi (ma tanto tanto eh). Cosa mi ha dato più fastidio vi state chiedendo? Il suo continuo “CHE BEI CAPELLI”. No aspetta fratello fermiamoci. UN ATTIMO! Cioè, mi stai dicendo che lei bella e figa come poche…ti piace solo per i suoi capelli, e magari per la sua pelle di porcellana? MA CHE PROBLEMI HAI? Cosa c’è che non va in te? Parliamone!
Edythe invece è anche più figa di Edward. La sua aria misteriosa e un po’ dannata ci sta tutta, LE DONA, e rende il personaggio molto più affascinante e particolare. Anche se diciamocelo, io la famosa scena della macchina l’avrei cambiata, ma Stephenie “magn magn – scriv scriv” proprio non ce l’ha fatta ad escluderla. Ma torniamo su Edythe. Bisogna dire che molte delle situazioni e degli atteggiamenti le si addicono di più rispetto ad Edward, le calzano a pennello, e sembra quasi che inizialmente la storia fosse realmente tarata per avere una protagonista vampira donna.
Come funziona con Edythe, questo cambio di sesso funziona anche con gli altri vampiri, e persino con gli amici di scuola McKayla batte 10 a 0 Mike, e Jeremy mi sta molto più simpatico di Jessica.
Per quanto riguarda trama e scrittura non c’è molto da dire, perché rispecchiano e ricalcano lo stile di Twilight, che rimane comunque sempre rapido e scorrevole (mi è sembrato di tornare all’estate di molti anni fa, quando mi stendevo sulla sdraio fuori al balcone, e macinavo capitoli su capitoli, di questo romanzo che mi piaceva davvero molto). Ammetto quindi che la nostalgia per Forks s’è fatta sentire fin dalla prima riga, e mi è sembrato come essere ritornato a casa dopo un lungo viaggio. Va quindi riconosciuto il merito all’autrice per aver saputo giocare al meglio le sue carte.


41vazPt4cwL._SY378_BO1,204,203,200_.jpg

Titolo: Life and Death Autrice: Stephenie Meyer Editore: Fazi Editore / Lain YA Data di uscita: 14 gennaio 2016

Nonostante l’odio (profondo) per Beau però, ammetto che sarei tanto tentato di leggere i tre seguiti “inversi”  e rivivere la famosa scena “del letto” a ruoli scambiati. GIA’ RIDO.
Se siete quindi amanti della serie vampiresca più gettonata e amata di sempre, non lasciatevi sfuggire questo volume, che sì è chiaramente una mossa strategica dell’autrice, ma è allo stesso tempo una lettura piacevole da accompagnare durante qualche giornata di pioggia (che va sempre bene quando si parla di nostalgia). Che aspettate allora? Tenetevi pronti a riattraversa il confine di Forks.

See you soon! -Lewis

Annunci

8 pensieri su “Libri, Letture, e (L)ecensioni: Life and Death di Stephenie Meyer

  1. Ormai lo sai, Io. Amo. Lo. Stile. Della. Meyer. Quindi dopo questa tua recensione voglio il volume fra le mie manine al più presto! In particolare sono curioso per Alice al maschile, perché il mio personaggio preferito della serie è proprio la cara Alice 😉

    Mi piace

  2. Io la fissa “Twilight” ce l’ho avuta. Ma parliamo del passato. Ripeto che a me questa pare una bieca operazione commerciale, pari a quella di tanti autori che non si staccano dalla loro opera perché sennò non avranno più successo (il primo che mi viene da pensare è Masashi Kishimoto con “Naruto” e in parte anche J.K. Rowling).

    Però m’interessa sapere cosa fa la controparte femminile (e come si chiama) di Jacob!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...